YUI KIMURA

Nonostante la sua tradizionale educazione, Yui Kimura ha corso in scooter nella sua città natale, Hida, dove si è guadagnata la reputazione di poter fare l'impossibile con molto poco. Suo padre ha fatto del suo meglio per allontanarla da quelli che credeva essere gli inseguimenti maschili, ma sua nonna condivideva segretamente i manuali di ingegneria del nonno e gli appunti sui motori di auto e moto. Yui ha letto i manuali del nonno e ha imparato in fretta. Era in grado non solo di mantenere il suo scooter, ma anche di modificare il motore in modo da poter competere con i ragazzi più grandi sulle croci a motore. Con i suoi nonni "buona fortuna hachimaki" avvolto intorno al braccio, ha fatto correre i ragazzi del posto che, non riuscendo a starle dietro, hanno lavorato insieme per orchestrare la sua sconfitta. Nessuna fortuna per loro. Yui li superava in ogni curva e diventava una sensazione per tutti i suoi amici. Quando è arrivato il momento di fare domanda per la scuola, Yui ha raccolto il suo coraggio e ha confessato al padre la sua ambizione di correre in moto. Ne seguì un alterco e quando Yui rifiutò di fare domanda per un'istruzione adeguata, suo padre provò una grande vergogna e le disse che non era più la benvenuta in casa loro. Con il cuore pesante, Yui partì per Nagoya con la benedizione e i risparmi della nonna.

Nagoya non era quello che Yui si aspettava. Riusciva a trovare solo lavori d'ufficio di basso livello o lavori minori come hostess. Con gli ultimi soldi che le aveva dato sua nonna, ha acquistato una bicicletta da corsa e ha partecipato a gare illegali su strada dove ha vinto più soldi di quanti ne avesse mai visti. Le voci del suo coraggio e dei suoi rapidi riflessi si diffondono a macchia d'olio. Presto ebbe un seguito non ufficiale di motocicliste che indossavano il caratteristico rosa di Yui. Insieme a una banda che la seguiva, Yui si rese conto di avere uno stalker che la seguiva nell'ombra. Quando Yui si accorse che il suo fazzoletto portafortuna era stato rubato dal suo appartamento, portò le sue preoccupazioni alla polizia che si mise a ridere e la licenziò, dicendo che il suo stalker era probabilmente un bravo ragazzo e che probabilmente lo avrebbe sposato in un futuro prossimo.

Una sera Yui è tornata a casa e ha trovato lo stalker nel suo appartamento che frugava tra le sue cose. Lui non l'aveva vista e lei non era sicura di cosa avrebbe dovuto fare. Ma la vista di lui che frugava tra i suoi vestiti era troppo da sopportare. Lei gli urlò di andarsene. Lo stalker si è rivolto a lei con un coltello. Le si è scagliato contro. Lei si è sottratta all'attacco, e lui ha colpito il muro e ha fatto cadere il coltello. Senza esitazione, Yui lo ha affrontato. Si sono rotolati a terra scambiandosi colpi disperati. Yui ha preso più colpi di quanti ne avesse mai presi a Shirakawa. Con un'ondata di adrenalina, riuscì a sopraffare il suo stalker, strappando il coltello dal pavimento e tenendogli la lama affilata al collo.

Quando la polizia ha raggiunto il suo appartamento, l'hanno portato via e hanno portato di corsa Yui all'ospedale per un trauma. Le radiografie hanno rivelato che si era rotta il braccio e il piede in diversi punti. Non passò molto tempo prima che la sua banda si presentasse uno ad uno e insieme l'aiutarono a pagare le spese mediche. La riabilitazione è stata difficile, ma Yui non si è mai arresa e con il sostegno della sua banda era pronta per le gare. La prima gara di Yui dopo l'attacco la sua banda le ha presentato un nuovo hachimaki rosa con le loro firme e messaggi di buona fortuna scritti dappertutto. Yui ha giurato che avrebbe aiutato altre donne con le sue vincite e la sua influenza. Fedele alla sua parola, la sua gang è diventata nota come la Sakura 7 Gang e hachimaki rosa come simbolo di unità e sostegno per le donne che hanno bisogno di aiuto da parte di molestatori e maltrattatori.

Il Sakura 7 è cresciuto oltre i 7 membri e la firma rosa di Yui è diventata sinonimo di emancipazione femminile. Alle corse su strada le donne si mettevano in fila a frotte per sostenerla. Dopo aver vinto sette gare di fila, ha attirato l'attenzione di uno sponsor. Non solo si è guadagnata un posto al Campionato di Moto All-Japan, ma è stata la donna più giovane a correre e a vincere in questo prestigioso evento. La sua sponsorizzazione è presto triplicata. Così come la sua banda. Ma tutto si è fermato in modo impressionante alle corse clandestine della TK3 (Tokyo Kick 3000). Yui era in testa alla gara fino a quando non è entrata in una nebbia innaturale che sembrava essere apparsa dal nulla. Perplessa e confusa, ha fermato la sua moto ed è scesa. Non passò molto tempo prima che si rendesse conto di non essere più a Tokyo.

YUI KIMURA

LIVELLO 1

Un corridore di strada incallito, in grado di ottenere vantaggi per lei e per i suoi compagni Survivor in situazioni difficili.

I suoi vantaggi personali, Lucky Break, Any Means Necessary e Breakout, le permettono di coprire le sue tracce di sangue, di ripristinare i pallet caduti e di assistere i sopravvissuti indifesi.

DIFFICOLTÀ: INTERMEDIA

YUI KIMURA

PAUSA FORTUNA

PAUSA FORTUNA

"Non è abbastanza per battermi. Neanche lontanamente".

Lucky Break si attiva ogni volta che si è infortunati. Mentre è attivo, non si lasciano tracce di sangue fino a quando la durata totale di Lucky Break non è scaduta e a quel punto viene disattivato in modo permanente.

QUALSIASI MEZZO NECESSARIO

QUALSIASI MEZZO NECESSARIO

"Ti colpirò con tutto quello che ho". Poi lo farò di nuovo".

Premere e tenere premuto il pulsante Active Ability mentre si è in piedi accanto a un pallet caduto per riportarlo in posizione verticale.

COLLEGAMENTO

COLLEGAMENTO

"Vieni, ci strapperemo la via d'uscita".

Quando ci si avvicina ad un sopravvissuto trasportato, ci si muove più velocemente e la velocità di movimento del sopravvissuto trasportato aumenta.